Natale Cuccurese: “Il Sud è senza rappresentanza. Epidemia e guerra ne acuiscono le discriminazioni di Stato”

In occasione della diretta streaming promossa ieri mattina da “La Carta di Venosa”su “Egoismi territoriali e venti di guerra”, il Presidente del Partito del Sud, Natale Cuccurese, ha dichiarato: “Il Sud è senza rappresentanza”. “È vero – ha specificato Cuccurese – che ci sono in Parlamento tanti meridionali, ma, tranne rari casi, come quello recente di Manifesta, il Mezzogiorno rimane senza rappresentanza”.

0
349

In occasione della diretta streaming promossa ieri mattina da “La Carta di Venosa”su “Egoismi territoriali e venti di guerra”, il Presidente del Partito del Sud, Natale Cuccurese, ha dichiarato: “Il Sud è senza rappresentanza”. “È vero – ha specificato Cuccurese – che ci sono in Parlamento tanti meridionali, ma, tranne rari casi, come quello recente di Manifesta, il Mezzogiorno rimane senza rappresentanza”.

Come dimostrano gli aumenti delle utility delle aziende di armi e di produzione di energia, aziende che hanno sedi legali al Centro-Nord, – ha concluso Cuccurese – per il Sud, epidemia e guerra sono fonti di nuove discriminazioni. Discriminazioni che si legano alle vecchie. Si tratta di un vero e proprio razzismo di Stato, che le vicende relative all’autonomia differenziata e al Piano nazionale di ripresa e resilienza rendono sempre più evidente”.