Manifesta, Simona Suriano: “Il Governo Draghi punta ad accentuare il gap Nord-Sud, anziché ridurlo”

Dopo avere sottolineato che la soglia del 40% dei circa 200 miliardi di euro previsti per il Sud dal Piano nazionale di ripresa e resilienza “È più lettera morta che realtà”, la deputata catanese ha dichiarato: “Sono molto preoccupata per le sorti del Sud. Le azioni di questo Governo accentuano il gap Nord-Sud, anziché ridurlo”. Per poi proseguire: “Autonomia differenziata, privatizzazioni, esternalizzazioni dei servizi pubblici ed accaparramento dei fondi dei fondi pubblici ordinari e straordinari da parte delle regioni “virtuose” accentueranno la desertificazione delle regioni meridionali”.

0
282

Venerdì pomeriggio la deputata Simona Suriano della neocomponente parlamentare Manifesta è intervenuta alla diretta facebook L’alternativa da “Sud”, promossa dal Laboratorio per la riscossa del Sud in collaborazione con le riviste Left e Transform!Italia.

Dopo avere sottolineato che la soglia del 40% dei circa 200 miliardi di euro previsti per il Sud dal Piano nazionale di ripresa e resilienza “È più lettera morta che realtà”, la deputata catanese ha dichiarato: “Sono molto preoccupata per le sorti del Sud. Le azioni di questo Governo accentuano il gap Nord-Sud, anziché ridurlo”. Per poi proseguire: “Autonomia differenziata, privatizzazioni, esternalizzazioni dei servizi pubblici ed accaparramento dei fondi dei fondi pubblici ordinari e straordinari da parte delle regioni “virtuose” accentueranno la desertificazione delle regioni meridionali”.

D’altronde, – ha concluso Suriano – la composizione di questo Governo è chiaramente nord-centrica. I ministri meridionali sono pochi e sono relegati a ricoprire ruoli irrilevanti”.