L’Assessore Giovanni Pagano: “Il Recovery Fund è l’ultima occasione per l’Italia di dimostrare che il divario tra Nord e Sud è un’eredità del passato che la Repubblica intende cancellare”

0
330

Oggi, domenica 25 aprile, in Piazza Plebiscito alle ore 12,00, una delegazione dei 500 Sindaci meridionali firmatari dell’appello “Recovery Sud” indirizzato al Governo manifesteranno per chiedere chiarezza sui criteri di distribuzione delle risorse.

Sulla manifestazione è intervenuto l’Assessore al Mezzogiorno del Comune di Napoli, Giovanni Pagano, che, in un comunicato stampa diffuso via social, ha dichiarato: “Il Recovery Fund è l’ultima occasione per l’Italia di dimostrare che il divario tra Nord e Sud è un’eredità del passato che la Repubblica intende cancellare”.

Le parole della Ministra Mara Carfagna – ha rimarcato – sono imbarazzanti” – per poi proseguire – “Non si può sostenere così candidamente che l’algoritmo su cui si basava la divisione delle risorse cosi come l’aveva immaginato l’UE avrebbe assegnato al Sud più del 60% e oggi il governo Draghi ne concederebbe appena il 40%”.

La scelta di Napoli e del 25 aprile – ha dichiarato Pagano – non è casuale, la città medaglia d’oro alla Resistenza è il luogo ideale per rivendicare la liberazione dal divario economico che affligge il paese da più di 160 anni”.

Queste risorse – ha precisato – non arrivano per gentile concessione dell’UE. Ma servono a rimuovere i gap che esistono tra territori a livello continentale”.

La sottrazione di circa 60 miliardi di euro – ha concluso Pagano – sarebbe un ulteriore favore all’economia del Centro-Nord ai danni del Mezzogiorno e dei suoi cittadini”.